Ance e Upi insieme per rilanciare gli investimenti e aprire i cantieri

Le richieste di costruttori e Province in vista dei decreti Sblocca Cantieri e Crescita

 

Una sinergia tra istituzioni e imprese per rilanciare gli investimenti, aprire i cantieri e mettere in sicurezza un patrimonio pubblico strategico per la sicurezza e la qualità della vita dei cittadini, a partire dalle oltre 5000 scuole superiori e dalle strade provinciali.

Sono questi gli obiettivi del Presidente dell’UPI Michele de Pascale e del Presidente dell’Ance Gabriele Buia, che saranno tradotti in un documento da portare all’attenzione del Governo e del Parlamento in vista del decreto Sblocac Cantieri e del decreto Crescita per chiedere che sia permesso “agli amministratori di fare fronte alle esigenze di sicurezza dei cittadini e alle imprese di operare con regole certe”.

“Per far ripartire lo sviluppo e dare nuovo slancio alle imprese italiane – dichiarano i Presidenti de Pascale e Buia -, occorre che le opere pubbliche possano essere realizzate in tempi certi e rapidi. Per questo è necessario semplificare le procedure e destinare risorse per gli investimenti utili alle comunità. Basta con l’eccesso di burocrazia, che rallenta le procedure ma non interviene sul malaffare: il Paese non può permettersi di avere opere bloccate o incompiute per anni, né tantomeno fondi inutilizzati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Clicca sui seguenti link per visualizzare le nostre politiche di Privacy: Privacy Policy, Cookie Policy, Disclaimer

Chiudi